Laboratorio di Iconografia Cristiana

L'icona è l’espressione artistica della teologia e della fede della Chiesa

Le icone sono veri e propri “trattati di teologia a colori”. Di conseguenza è necessario saperne interpretare il linguaggio, avere accesso a strumenti adeguati all’interpretazione dei simboli presenti e alla loro corretta lettura.

La tradizione, parlando di "icona" insegna che si tratta di un evento che impegna direttamente Dio, non solo in quanto "oggetto" rappresentato, ma anche come soggetto operante. E’ lo Spirito Santo il vero iconografo. Lo Spirito Santo, guida la mano dell’artista, tanto che per questo motivo, un icona non si firma e non si data. L’autore è lo Spirito Santo, l’uomo presta le sue mani, il suo corpo, il suo spirito, le sue capacità. 

La funzione di un icona è liturgica.  Il Concilio dell’860 afferma che: ciò che il Vangelo ci dice con la parola, l’icona ce lo annuncia con i colori e ce lo rende presente. Un icona sacra ha come fine la preghiera. Deve suscitare la meditazione di chi la contempla e di chi la scrive. Dunque un vero iconografo, deve essere uomo spirituale e secondo gli insegnamenti degli antichi maestri, pregare durante l’esecuzione dell’opera. Non tutti possono essere iconografi, e non è sufficiente avere buone propensioni artistiche, ma è necessario un profondo cammino ascetico, morale e religioso.

San Salvatore Da Horta
Santa Giulia di cartagine
Sant'Efisio
Guarigione dell'emorroissa
San Giacomo Apostolo e la Vergine della Tenerezza
Santa Teresa di Gesù e San Francesc
Annunciazione
San Pietro
Incoronazione della Vergine
Cristo Pantocrator
San Gabriele Arcangelo
Presentazione di Gesù al Tempio
ANNUNCIAZIONE
SAN BERNARDO
TRINITA DI RUBLEV
CRISTO RE E SACERDOTE
CROCIFISSO DI SAN DAMIANO
SANTA GIULIA
SANTA SARA
CROCIFISSO DI SAN DAMIANO
DORMITIO MARIAE PARTICOLARE
DORMITIO MARIAE
DORMITIO MARIAE
MANDYLION
THEOTOKOS
OSPITALITA' DI ABRAMO
MANDYLION
DORMITIO MARIAE
WORK IN PROGRESS
DISCESA AGLI INFERI
SAN NICOLA
SAN FRANCESCO
Deesis con i Patroni della famiglia